Cooperativa L'Ortofrutticola d'Albenga

Dal 1941, il valore aggiunto al territorio

Nasce la "quinta d'Albenga": la fragola ligure, ambasciatrice del progetto "le Alpi del Mare"

Collaborazione con Nordiconad

Nasce la Riportiamo l'articolo di Renata Cantamessa su www.freshplaza.it
Leggi l'articolo su Fresh Plaza



Dopo il pomodoro cuore di bue, il carciofo spinoso, l'asparago violetto e la zucca trombetta, potrebbe essere proprio lei a formare il "quintetto d'Albenga", cioè dei prodotti agricoli tipici e pregiati che si sono distinti per l'identificazione geografica locale.

Trattasi della fragola ligure che – da qualche settimana – rosseggia nel pieno della sua maturazione presso quattro aziende "pioniere" legate all'Ortofrutticola d'Albenga, dal 1941 la più grande cooperativa agricola della Liguria, con oltre 650 coltivatori, per un'estensione complessiva di oltre 2.000 ettari (oltre il 60% della superficie coltivabile della Piana di Albenga).

Un ambizioso progetto di conversione colturale che si colloca tra i primi esempi di risposte positive alla crisi del comparto floro-vivaistico locale, grazie a una cordata tra mondo della produzione e della distribuzione che – nel "caso fragola" – vede la regia del gruppo Conad.

Riferisce a FreshPlaza Giampiero Gasparro, Responsabile Ortofrutta di Nordiconad, promotore del progetto per la nota insegna italiana: "La fragola d'Albenga rappresenta il primo e importante tassello di un nuovo modello di partnership all'interno della filiera agroalimentare: come Nordiconad, infatti, abbiamo voluto animare una sperimentazione produttivo-commerciale che vede la cooperazione dei nostri due maggiori fornitori ortofrutticoli di tipicità e qualità dell'area Nord-Ovest, vale a dire L'Ortofrutticola di Albenga (SV) e l'OP Ortofruit Italia (CN)."

Due regioni produttive confinanti che diventano così partner di uno stesso circuito di produzione e distribuzione – in qualche modo prefigurato dal progetto capofila della Camera di Commercio di Cuneo "Le Alpi del Mare – Les Alpes de la Mer" - trasformando la competizione orizzontale in un’occasione unica per potenziare la rispettiva capacità di fornitura, promuovendo un'importante estensione della stagionalità.

A dare una marcia in più alla sinergia di campo e di trade, poi, c'è sicuramente la trasferibilità delle conoscenze, resa possibile grazie alla collaborazione instaurata tra gli staff tecnici delle due cooperative, con i rispettivi referenti Antonella Roggero (L'Ortofrutticola) ed Ezio Giraudo (Ortofruit Italia).

Spiega Antonio De Andreis, Responsabile commerciale della cooperativa ingauna: "Il know how produttivo di Ortofruit Italia, legato alla sua esperienza pluridecennale nella coltivazione di fragole e piccoli frutti a basso impatto ambientale, ha permesso di predisporre al meglio questo restyling produttivo partendo da cinque aziende della Piana tra Albenga, Ceriale e Castelbianco, selezionate dal nostro team incaricato, e tradizionalmente dedite alla coltivazione di piante annuali in vaso."

Continua il Direttore: "Lo scorso settembre, sono state messe a dimora 20.000 piante di fragole della varietà Queen Elisa, scelta per l'ottima performance qualitativa e per la compattezza dei frutti, unita a un'elevata aromaticità, che la caratterizza come una fragola classica, quasi istituzionale, proprio come il marchio 'd'Albenga' vuole sottolineare."

Il nuovo capitolo della fragolicoltura italiana parla esclusivamente fuori suolo, facendo sua una tecnica di coltivazione più innovativa e vicina alle esigenze del mercato e della sostenibilità, come sottolinea il tutor-tecnico Giraudo (Ortofruit Italia): "Una scelta di qualità già a partire dalle tecniche produttive che – oltre alla chiara volontà di trarre beneficio dalle virtù pedoclimatiche del luogo – valorizza il sistema della lotta integrata, grazie all'impiego di insetti utili, bombi per l'impollinazione, come di predatori per contrastare afidi e ragnetti rossi."

Ottimo anche il recente esordio commerciale nella rete di vendita di Nordiconad, a conferma delle comuni aspettative, nonostante i quantitativi ancora esigui per via del fatto che si è ancora nell'anno di prova: "La fragola di Albenga rappresenta un frutto ad alto localismo, di grande freschezza e qualità, che il consumatore colloca  tra le sue priorità di acquisto – conclude Gasparro – Finalmente, anche in Liguria la fragola ha un sapore di casa."
Leggi le news
L'Ortofrutticola soc. coop. - 17031 Albenga (SV) - Reg. Massaretti 30/1 - C.F./P.IVA 00110420098
Studio Gioberti + Studio Orasis design