Cooperativa L'Ortofrutticola d'Albenga

Dal 1941, il valore aggiunto al territorio

Calendula officinalis L.

Calendola

Calendola: dal latino calendae, il primo giorno di ciascun mese, detta così ed anche “fior d’ogni mese”, per la sua attitudine a fiorire in quasi tutti i mesi dell’anno.
Fiorrancio: dal colore arancione dei fiori.
I francesi chiamano la Calendola Souci, che vuol dire affanno, inquietudine, perché la leggenda vuole sia un fiore nato dal pianto; altri dicono invece che Souci deriva dal francese medioevale solcie e questo dal tardo latino solsequia, che segue il sole, perché i fiori si aprono e si chiudono con la luce solare.
Calendola
Genere Asteraceae (Compositae)
Sinonimi Caltha officinalis
Altri nomi Callandria, Calta, Cappuccina, Fior d’ogni mese, Fiorrancio, Garofano di Spagna, Margheritona

L'uso in cucina

La Calendola entra in questa raccolta in modo forzato, non è propriamente una pianta aromatica, ma piuttosto una officinale.
I fiori possono essere usati per dare una lieve colorazione gialla ad alcune preparazioni culinarie o per guarnire piatti, ma le virtù della Calendola si notano più in giardino che in cucina.

Proprietà medicamentose

Ai fiori di Calendola la medicina popolare riconosce proprietà antinfiammatorie, antispasmodiche, depurative, diaforetiche, lenitive, cicatrizzanti, coleretiche, vulnerarie; in particolare emmenagoghe, queste ultime già decantate in tempi trascorsi dai seguaci della medicina signaturistica, che interpretavano la rifiorenza della pianta come segno di efficacia quale rimedio per i dolori periodici femminili.
Per uso interno l’infuso di fiori è indicato per fluidificare la secrezione biliare e regolarizzare il ciclo mestruale; come anche nei casi di itterizia e disturbi epatici.
Per uso esterno al decotto o all’applicazione della polpa di fiori pestati, sono attribuite proprietà benefiche per guarire le contusioni, le infiammazioni cutanee, le punture di insetti, i geloni, l’acne, gli eczemi e per estirpare i calli.
A Santa Ildegarda di Bingen ed Alberto Magno si deve una particolare celebrità della Calendola, come pianta officinale, in Germania.

L'impiego nella cosmesi

Fiori di Calendola nell’acqua del bagno detergono, decongestionano, ammorbidiscono ed idratano la pelle.
Le mani arrossate e screpolate traggono giovamento da bagnature nel decotto.
Scarica il pdf
Scopri le erbe aromatiche
L'Ortofrutticola soc. coop. - 17031 Albenga (SV) - Reg. Massaretti 30/1 - C.F./P.IVA 00110420098
Studio Gioberti + Studio Orasis design